IMG_20200216_102824_997.jpg

DOPO

PRIMA

Quello che vedete qui

è il mio primo van,

un Toyota hiace del 1998, "camperizzato" da me e comprato in Australia a Perth nel 2016.

Questo, è il mezzo che per la prima volta mi ha fatto vivere quell'incredibile libertà che vado ancora cercando

e che mi ha portata alla comprensione di molte cose.

Con lui, ho maturato la consapevolezza

 che un giorno, in futuro,

 avrei voluto rivivere quella sensazione e che quindi avrei ricomprato un mezzo simile.

 

Quello qui a fianco è Leone,

il mio attuale furgone camperizzato

o per meglio dire un sogno che si avvera quando meno te lo aspetti,

come un fulmine a ciel sereno. 

Un Adria Van Win Ducato Maxi del 2000

che mi terrà compagnia in tutte le mie avventure di questo nuovo

e pazzo progetto: 

ITALIA on the road

alla riscoperta dei piatti

della tradizione.

Fin da ragazzina avevo sempre sognato di

possedere un giorno il famoso

furgone Volkswagen dell'immaginario comune, ma in fondo non avrei mai creduto che i sogni potessero

diventare realtà...

 ...ed invece, eccomi qua!

VAN LIFE

La realtà è che sono alle prime armi.

Non mi intendo di meccanica, nè di idraulica,

nè tanto meno di impianti elettrici.

Viaggiare soli non è uno scherzo, tanto meno per una ragazza.

Le paure e le incognite sono tante e a dire la verità non ho idea di come potrò affrontare i vari ostacoli che si presenteranno nel mio cammino.

Posso dire però che credo fermamente nelle energie positive e che emanandone potrò anche attirarne.

Così come credo nel buon cuore delle persone,

sulle quali ho molta fiducia e se farò del 

bene, prima o poi richiamerò lo stesso a me.

Amo vivere all'avventura ma sono anche una persona a cui piace avere tutto sotto controllo (quasi compulsivamente)

quindi sono pronta a tirare fuori, all'occorrenza, i miei assi nella manica (piano B, piano C, ecc...).

Non sono rinomata per calma e pazienza ma questo viaggio è anche e soprattutto una sfida per me stessa, per imparare ad apprezzare il valore del tempo in solitaria e per limare i miei spigoli.

Insomma, credo ancora nei miracoli!

 

In sostanza, vi posso promettere che,

farò tesoro di tutti i miei errori così da potervi dare qualche buon consiglio in futuro da riportare qui di seguito.

Nell'attesa, se siete come me alle prime armi, potremmo comunque scambiarci consigli basilari utili.